Walmart acquisisce Spatialand, la startup di realtà virtuale

L’incubatore tecnologico di Walmart, Store No. 8, acquisisce la startup di realtà virtuale Spatialand

Lo scorso anno Walmart, il gigante della grande distribuzione, ha rivelato che il suo incubatore tecnologico, Store No. 8  ha come obiettivo ricercare e investire in tecnologie emergenti come AR e VR.

Walmart ha acquisito la startup di realtà virtuale Spatialand per essere al centro delle innovazioni di realtà virtuale.

L’azienda infatti spera che un giorno questa tecnologia trasformerà l’esperienza di shopping dei diversi siti web e dei negozi della sua catena.

Fondata nel 2016, Spatialand crea dei software che consentono alle aziende di trasformare i contenuti marketing già esistenti in esperienze di realtà virtuale coinvolgenti. La sua fondatrice, Kim Cooper è stata la pioniera delle rivoluzionarie tecniche VR / AR / MR nello storytelling e nella tecnologia. Candidata due volte agli Emmy, sotto la sua guida Spatialand ha creato progetti per Oculus, Intel, Reebok e Linkin Park

La startup inizialmente ha collaborato con Store No. 8 lo scorso anno per creare il gala di realtà virtuale dell’ incubatore di Walmart, Innov8, che la società ritiene sia stata una prova di come immagina che saranno le esperienze di realtà virtuale e di come milioni di persone potrebbero acquistare nel futuro.

L’incubatore Store n. 8 aggiunge così una terza società al suo portafoglio con questa acquisizione.

Kim Cooper e circa 10 dipendenti entreranno a far parte di Walmart. Katie Finnegan, che fino ad ora supervisionava l’incubatore Store No. 8 diventerà CEO ad interim della nuova società di realtà virtuale e Jeremy Welt, consulente di strategie di realtà virtuale ed sviluppo di prodotti di Store No.8 ricoprirà il ruolo di co-fondatore.

In un post sul blog di Walmart, Finnegan scrive: 

“Oggi siamo lieti di annunciare la nostra acquisizione di Spatialand, che creerà le fondamenta della terza società nel portafoglio di Store No 8. La nuova impresa opererà senza rivelare al pubblico i suoi progetti per Walmart e avrà Kim e Jeremy al timone come co-fondatori. Sono orgogliosa di unirmi a questo team, come CEO ad interim, oltre al ruolo di Principal of Store n. 8. Il team svilupperà ed esplorerà nuovi prodotti ed usi della realtà virtuale attraverso spazi di vendita virtuali che possono essere incorporati da tutte le sfaccettature di Walmart, online e offline “

Hanno fatto questa mossa in un momento in cui la realtà aumentata, non la realtà virtuale, ha guadagnato molta popolarità come nuova tecnologia con più probabilità di rivoluzionare lo shopping a casa. Ma in un’intervista, Finnegan ha detto che il suo gruppo è focalizzato su esperienze di vendita al dettaglio che potrebbero non essere utilizzate ancora per i prossimi cinque o dieci anni e crede che la realtà virtuale sia una di queste.

Ha rifiutato di offrire dettagli su ciò che il team di Spatialand sta cercando di creare per Walmart e ha affermato che il lavoro del team potrebbe non essere rivelato ancora per i prossimi 12 o 18 mesi.

Le condizioni finanziarie dell’acquisizione non sono state divulgate, ma si ritiene che si tratti di un accordo relativamente piccolo.

Altri progetti di Store No. 8 includono un servizio di personal shopper gestito dalla fondatrice di Rent the Runway, Jenny Fleiss, e un’iniziativa per costruire un negozio senza cassiere come Amazon Go, gestito dal co-fondatore di Jet.com Mike Hanrahan.

Fonte articolo: Recode , Roadtovr

Fonte immagine: andnowuknow

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.