Ultime TikTok: Donald Trump approva l’accordo con Oracle

Ultime TikTok: Donald Trump approva l’accordo con Oracle e Wallmart

Per il post di oggi vogliamo parlarvi delle ultime news legate alla vendita di TikTok agli americani di Oracle, che ha messo insieme un consorzio con Wallmart e altre società, pronte a rilevare l’applicazione dedicata alla pubblicazione di brevi video da parte degli utenti.

La notizia di oggi riguarda l’approvazione di Donald Trump alla trattativa, che ha dato un’accelerata alla vendita.

Infatti, in una dichiarazione ufficiale riportata da TikTok Pills, il Presidente USA ha così affermato:

“HO DATO LA MIA BENEDIZIONE ALL’ACCORDO, SE LO PORTANO A TERMINE VA BENISSIMO, SE NON LO FANNO VA BENE ANCHE QUELLO. HO APPROVATO L’ACCORDO NEL CONCETTO.”

Ma in cosa consiste questo accordo? Vediamolo nelle righe che seguono!

L’accordo TikTok-Oracle

In sostanza questo accordo prevede che Oracle diventerà il provider di cloud sicuro per l’app, acquisendo una partecipazione pari al 12,5% nella nuova entità TikTok Global. Walmart è anche incluso nell’accordo con Oracle e acquisirà invece una quota dell’8%. A questa, che opererà separatamente da ByteDance, ma sarà concesso in licenza dalla società cinese, verrà autorizzata ad un’IPO all’inizio del 2021.

Questo accordo permetterà alle due controparti di trovare un giusto equilibrio tra la necessità del governo americano di controllare le informazioni ed essere sicuri che non vadano in mani sbagliate, mentre per ByteDance la possibilità di non rinunciare definitivamente alla sua creatura.

In questo caso la nuova entità continuerà ad utilizzare gli algoritmi ufficiali di TikTok, ma a cambiare saranno i database dei dati-utente, divisi tra utenti americani e cinesi. Quelli degli utenti americani sarebbero così gestiti da un consiglio separato negli USA sotto l’egida del governo americano.

Wallmart ha intenzione invece di sviluppare la potenzialità dell’app sul versante e-commerce e vendita online, che ha subito un’accelerata a seguito della pandemia di coronavirus.

Per adesso quindi l’app continuerà a funzionare normalmente, ma occorre rispettare la nuova scadenza fissata dagli USA per trovare un accordo, pari al 27 settembre. Se l’accordo non sarà ufficializzato, probabilmente scatterà il ban dell’app nel territorio statunitense.

Noi di StartUp Mag continueremo a darvi le ultime news legate a questa vicenda, che sta tenendo tutti con il fiato sospeso.

1 Commento
  1. […] altro elemento cui oggi un candidato deve prestare particolare attenzione è poi quello dei social network: in una recente ricerca il 44% dei recruiter ha dichiarato di aver scartato un candidato per i suoi […]

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.