Posizionamento SEO su Google: 7 consigli da non perdere!

Le aziende iniziano sempre più a comprendere come un ottimo posizionamento SEO può influire positivamente sul business, sui lead ricevuti e sul volume d’affari complessivo. Adottare una buona strategia SEO aiuta a superare la concorrenza e affermarsi nell’ambito della propria nicchia di mercato. Ecco alcuni consigli da non perdere!

Secondo alcune statistiche sono circa 50 milioni gli italiani che hanno una connessione ad Internet attiva. La quasi totalità degli utenti si affida a Google per ricercare notizie, informazioni e per comprare prodotti. Nella maggior parte dei casi, Google è la prima pagina che si visita quando si accede a Internet. Si tratta di un attore assolutamente predominante sulla rete e che offre grandi possibilità ad aziende e imprenditori.

Il posizionamento SEO su Google è fondamentale per avere visibilità, per fidelizzare il proprio pubblico e per acquisire nuovi clienti. Comparire fra le prime posizioni della SERP di riferimento garantisce un gran numero di visitatori mensili: dipende ovviamente dal settore, ma si è nell’ordine minimo delle migliaia.

I 7 consigli per ottimizzare il proprio sito e per posizionarsi su Google

I SEO Specialist sanno bene che ogni sito web va trattato come se fosse un caso unico, ma esistono alcuni consigli che valgono a livello generale. Vediamo quali sono.

Ottimizza titolo e slug di ogni pagina

I metadati che darai alle pagine del tuo sito saranno fondamentali per il processo di indicizzazione e posizionamento. Scrivere un titolo breve, efficace e che contenga tutte le keyword di riferimento è la base per avere successo sui motori di ricerca. Bisogna anche stare molto attenti allo slug che si utilizza, ovvero l’URL della pagina: ricorda di utilizzare tutte le keyword per cui vorresti posizionarti!

Scegli immagini di qualità

Le immagini fanno la loro parte. Il mondo del web è estremamente visuale, scegli sempre immagini di qualità per cui hai ottenuto la licenza e corredale di testo, didascalia e Alt Text. 

Non dimenticare header e sottotitoli

Gli header, o anche sottotitoli, servono a organizzare il testo della pagina e facilitare la lettura all’utente. Esistono diversi tipi di header da utilizzare a seconda dell’importanza che vorrai dargli. Ricorda di seguire una struttura piramidale che vada dall’H2 all’H4. 

Non sovraottimizzare il testo

Come suggerisce anche l’agenzia Eskimoz, è necessario utilizzare tutte le keyword che ritieni utili nel tuo testo, ma non bisogna esagerare! Il testo deve essere sempre sintatticamente coerente e le keyword vanno posizionate sempre e comunque al punto giusto. La sovra ottimizzazione è considerata una pratica scorretta da Google, che potrebbe influire negativamente sul posizionamento SEO.

Scrivi sempre e solo per l’utente

Ricordiamo sempre di scrivere sempre per l’utente e mai per il motore di ricerca: il nostro testo deve essere semplice e leggibile. Immedesimarsi nei panni dell’utente o del lettore è una strategia da non ignorare!

Utilizza sempre testo originale: mai copiare

La copia non paga mai: i contenuti dovrebbero sempre essere originali e utili per l’utente. Google non sopporta che due pagine contengano lo stesso testo: potrebbe quindi penalizzare o sanzionare il sito che riporta testo duplicato.

Programmare i tuoi contenuti

È bello essere spontanei e informare il proprio pubblico in maniera semplice e genuina, ma un lavoro preparatorio alle spalle è assolutamente necessario! I tuoi contenuti dovrebbero essere programmati e uscire con regolarità: ciò ti porterà vantaggi organizzativi non indifferenti e permetterà a Google di comprendere il tuo ritmo di pubblicazione. 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.