Neoruralehub: migliorare la qualità di vita con soluzioni innovative per la sostenibilità

L’idea di Alex Giovanetto: una rubrica che leghi la tradizione culinaria italiana con la richiesta di sostenibilità

In un mondo che cambia, in continua crescita demografica, dove lo spopolamento delle zone più decentrate a livello globale è all’ordine del giorno e in preda alle minacce dovute ai cambiamenti climatici, emergono una serie di necessità prioritarie come l’approvvigionamento di cibo e acqua, specialmente nelle aree più povere del mondo. 

La biodiversità dei suoli cambia e le risorse naturali scarseggiano. In questo complesso e critico scenario, Neoruralehub ha sviluppato soluzioni innovative per la sostenibilità, al fine di ricreare un ecosistema vivo, prospero e ricco di biodiversità per migliorare la qualità di vita delle zone agricole periurbane

La collaborazione tra BU-NET e Neoruralehub

Parliamo di un laboratorio naturale che, presto, sarà parte integrante di BU-NET, il portale online dedicato agli amanti della cucina tipica regionale, con l’esordio di una rubrica settimanale ideata da Alex Giovanetto: “La mia mission è portare le persone in un mondo del tutto nuovo, dando loro l’opportunità di vedere con i propri occhi il lavoro quotidiano dei nostri partner, valorizzando il produttore e la bellezza del territorio circostante”, afferma Giovanetto.

Sono venuto a conoscenza della mission portata avanti da Neoruralehub quando sono entrato in contatto con il brand manager dell’azienda. Per me, questa idea ha un grande potenziale; direi illimitato. Tra le varie specialità proposte da Neoruralehub c’è anche, ad esempio, un particolare tipo di riso molto interessante. Quello che voglio fare è portare in BU-NET un valore aggiunto con la vendita dei loro prodotti online”

“Allo stesso tempo, – prosegue – avremo la possibilità di posizionare un hub all’interno della loro struttura, che sarà utilizzato per eventi, dimostrazioni, fiere e riprese tv. Garantiamo tutto il nostro supporto per far decollare una vera e propria startup e stiamo lavorando tanto, in sinergia, per creare un cibo migliore e trasmettere tutto questo potenziale tramite il portale. Questa è solo una prima fase del nostro progetto, che si propone, a più ampio raggio, di creare una connessione tra BU-NET e una comunità d’acquisto molto grande e presente in tutto il mondo di cui, per adesso, non posso svelare il nome”. 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.