Leadership: cos’è e perché è importante possederla negli affari

Leadership: cos’è e perché è importante possederla nel mondo degli affari

La leadership è, da molti considerata, uno strumento indispensabile per chi fa impresa. Per molti si tratta di una caratteristica innata, per altri, invece, una caratteristica che si può apprendere, ed infatti sono molti i corsi di formazione che promettono di promuovere il leader che c’è in ciascuno di noi.

Inoltre oggi essere un leader è sempre più difficile anche perché è sempre più probabile che nel proprio team ci siano persone di ogni fascia d’età e non sempre coordinare generazioni diverse risulta semplice, anzi spesso si incorre in notevoli difficoltà.

Il leader deve concentrarsi sulla creazione di un ambiente in cui ciascun gruppo si possa sentire stimolato, apprezzato e motivato a dare il massimo, al di là dell’età, delle provenienze, dei know-how acquisiti da ognuno.

Chi è il leader

Le prime definizioni sulla figura del capo risalgono a Platone, ma solo nel XX secolo si è approfondito il discorso riguardo la figura del leader, del capo, da quando l’interesse si è spostato dalla domanda “chi è il leader?” ad un’altra, “cosa fa il leader?”. Probabilmente molto hanno contribuito anche l’avanzare dei sistemi autoritari, fatto sta che questo cambio di prospettiva ha aperto la strada alla ricerca di caratteristiche che, magari nel leader carismatico, sono presenti in una miscela segreta fin dalla nascita, ma che singolarmente possono essere insegnate e rafforzate.

Ma cosa significa essere un leader?

Intanto bisogna dire che la parola leadership deriva dal verbo inglese to lead che significa dirigere, pertanto il termine fa riferimento alla capacità di un individuo di saper guidare un gruppo di persone ed in ambito lavorativo è colui che conduce una squadra al raggiungimento di determinati obiettivi.

Nel fare ciò combina l’abilità a comprendere quali siano gli obiettivi raggiungibili con la capacità di motivare gli altri.

Nel mondo degli affari la leadership assume un valore ancora più importante, perché va ad impattare sulla propria crescita personale e lavorativa e nella crescita aziendale dell’impresa propria o per la quale si lavora. Un leader è colui che crede molto in sé stesso, nella sua impresa e nelle persone che lavorano con lui, solo così potrai portare al successo il proprio team.

Il leader negli affari

Ma quali sono le caratteristiche del leader nel campo degli affari? Proviamo a vederle insieme.

1-Possiede l’esperienza giusta per farsi rispettare e ascoltare dagli altri

Un leader è colui che conosce l’argomento o la tematica aziendale meglio di tutti, mette in mostra la sua esperienza ma senza ostentazioni ed agisce in modo professionale. Infatti essere il capo non significa che non debba essere cordiale, vestirsi appropriatamente, arrivare puntuale alle riunioni o comunicare in modo gentile, anzi bisogna mantenere sempre un determinato atteggiamento in modo da essere da esempio;

2-Deve avere delle regole chiare

Avere un codice di condotta da far rispettare ai propri sottoposti è sempre una buona regola. E’ importante parlare degli obiettivi e delle aspettative, così gli impiegati saranno motivati, non confusi. Meglio che sia messo tutto in forma scritta. E’ altresì importante non cambiare le istruzioni nel bel mezzo del progetto, le modifiche sono necessarie, ma l’idea generale non va stravolta, o si corre il rischio di non essere preso sul serio.

3-Mantenere la leadership ma far esprimere le opinioni ai componenti del team

Bisogna far capire che si ha sempre voglia di imparare e che solo dal confronto si può arrivare alle migliore soluzione. I diversi angoli di prospettiva possono essere importanti per le finalità aziendali.

4-Premiare chi ha portato a termine il proprio dovere

E’ un modo per mantenere alta la morale del team, per motivarli e lo si può fare in vari modi, mediante una email circolare o singola, mediante dei gadget, un pensiero, offrendo la colazione al team il giorno seguente.

5-Essere sempre positivo e allegro

Perché un buon leader è anche colui che si fa apprezzare nella sua spontaneità e trasmette il messaggio che è piacevole trascorrere del tempo con lui. Inoltre farsi apprezzare come persona può dare una scossa positiva alla produttività e creare un ambiente piacevole in ufficio. L’importante è che nel fare questo, non trascuri il proprio status di leader, confondere i confini può causare problemi, quindi una certa distanza è bene sempre mantenerla, in modo da non chiacchierare troppo, non mostrarsi più amichevole del dovuto. E’ fondamentale inoltre evitare le relazioni sentimentali a lavoro, con il rischio di perdere rispetto che è sempre dietro l’angolo.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.