ICT e AI

Intelligenza Artificiale ed eco-sostenibilità: arriva Olivia HUB

Intelligenza Artificiale ed eco-sostenibilità: arriva Olivia HUB, sviluppato dall’azienda beauty tech italiana Eco Bio Boutique, nel post a cura di StartUp Mag

L’Intelligenza Artificiale è sempre più utilizzata in svariati campi, al fine di migliorare il proprio lavoro e ottimizzarne la resa. Negli ultimi anni è molto utilizzata anche nel campo del Beauty, al fine di ottenere dei prodotti in linea con i desideri dei consumatori finali.

Se uniamo la tecnologia e l’eco-sostenibilità (due trend che guidano al momento l’industria mondiale) otteniamo Olivia Hub, il software realizzato dall’azienda italiana, operante nell’ambito del beauty tech, Eco Bio Boutique.

Nello specifico, l’azienda, che per i suoi prodotti utilizza ingredienti esclusivamente made in Italy, biologici, 100% naturali e dal packaging eco-sostenibile, ha sviluppato Olivia HUB, un software che utilizza l’IA e il machine learning per ottimizzare il proprio lavoro, riuscendo a migliorare e personalizzare le relazioni con i clienti, ridurre l’impatto ambientale del proprio lavoro, garantendo al tempo stesso ingredienti provenienti da una filiera sostenibile e controllata.

Il lavoro di Eco Bio Boutique si fonda sui seguenti valori e mission: unire scienza, tecnologia ed ecosostenibilità, amando ogni fase della creazione, per arrivare ad un prodotto finale che rispecchia i valori dell’azienda e portare un beneficio reale e tangibile ai clienti.

Grazie al suo software, l’azienda permette di controllare e smistare gli ordini in arrivo dall’e-commerce verso le warehouse di destinazione, consentendo di ottimizzare la spedizione, i costi e l’inquinamento ambientale.

 Simone Spizzichino, CEO di Eco Bio Boutique, afferma:

“Per ogni ordine che arriva viene selezionata la Warehouse più vicina all’indirizzo del destinatario, in modo da abbattere i costi e ridurre l’impatto ambientale della spedizione”.

Inoltre, con l’ausilio dell’IA e con la disponibilità di Big Data, l’impresa attinge da migliaia di dati raccolti e algoritmi di machine learning, per apprendere e anticipare con largo anticipo l’andamento di un prodotto o di una categoria specifica, garantendo al consumatore finale un output sempre in linea con le sue richieste, grazie ad ingredienti freschi e selezionati, provenienti da una filiera controllata e sostenibile.

Allo stesso modo si evita l’over stock (che si verifica quando le scorte di materie prime e i prodotti finiti stoccati in magazzino risultano in eccesso rispetto alla domanda), garantendo sempre la disponibilità del prodotto, evitando anche gli out of stock (scorte esaurite e non accumulate).

Lo stesso Simone Spizzichino spiega il funzionamento di Olivia HUB:

“In questo modo garantiamo una continuità di stock per il consumatore finale, efficientando il lavoro del personale di laboratorio ottimizzando le attività quotidiane e garantendo un costante approvvigionamento delle materie prime affinchè siano sempre fresche e migliorando la sostenibilità ambientale (evitando gli sprechi grazie all’ottimizzazione della coda di produzione dei prodotti scongiurando le rotture di stock)  ed economica per l’azienda“.

Olivia HUB a breve sarà in grado anche di collegarsi direttamente a diversi Marketplace (come Amazon), per ampliare le possibilità di vendita ed espansione aziendale, garantendo anche la costante qualità dei prodotti e di processi, fiore all’occhiello dell’azienda.