I vantaggi di una casa domotica

I vantaggi di una casa domotica nell’ultimo post di StartUp Magazine

Quante volte l’industria cinematografica ci ha propinato esempi di abitazioni futuristiche con le quali interagire col semplice schiocco delle dita o attraverso la propria voce? Si sa, spesso le opere di fantasia si sono poi rivelate profetiche, specie in campo tecnologico. E per quello a cui ci stiamo riferendo ora non si sarebbe dovuti certo arrivare al livello di una casa con la personalità di Kitt di Supercar: parliamo di qualcosa di molto più reale e tangibile. Parliamo di una casa domotica.

Cos’è una casa domotica?

Da “domus”, casa, e il suffisso di robotica, ci riferiamo a un sistema che integra dispositivi in grado di svolgere funzioni autonome. Un sistema centrale che controlla e gestisce vari sistemi della nostra casa.

Quest’idea smise di essere prerogativa di Hollywood negli anni ’90 e ad oggi ha registrato uno sviluppo notevole.

Un impianto domotico garantisce un sistema dove ogni componente è progettato con alti livelli di compatibilità interconnessi tra loro: persiane, impianti audio, temperature, sorveglianza, tende, impianto elettrico e molto altro. In altre parole, la domotica migliora lo stile di vita nella nostra casa.

Sono veramente tanti i motivi che potrebbero convincere a scegliere un impianto domotico per la propria dimora. La facilità di utilizzo e gestione è sicuramente tra le più invitanti, ideale per le persone con autonomia limitata come anziani e disabili. Grazie alla possibilità di gestire l’impianto domotico tramite smartphone e tablet, da cui è possibile controllare con un unico dispositivo tutti gli impianti periferici collegati, visualizzare lo stato di funzionamento, programmare le funzioni, lanciare scenari a seconda delle proprie specifiche esigenze è possibile avere tutto sotto controllo anche quando si è fuori casa.

E non è tutto, perché c’è da aggiungere che il controllo intelligente ci permette di avere risparmi notevoli sulle spese domestiche. Come? L’impianto monitora le informazioni ottenute dal sistema e ottimizza quest’ultimo in funzione della riduzione degli sprechi.

La casa domotica è perciò in grado di offrire un risparmio energetico facendo affidamento alla sua intelligenza artificiale, attivando la termoregolazione a zone.

In pratica, si può scegliere la temperatura di ogni singola stanza, escludendo alcune zone che non sono utilizzate per il riscaldamento o il raffreddamento dell’ambiente. Autonomamente l’impianto deciderà la temperatura per ogni stanza tenendo conto di dati quali l’esposizione al sole e l’irraggiamento, operando il controllo interagendo anche con l’apertura/chiusura delle finestre. In questo modo il risparmio energetico è garantito fino al 30%.

Inoltre l’impianto domotico consente di evitare gli sprechi di energia, figli di dimenticanze e riduce consumi, ottimizza performance, automatizzando le impostazioni degli impianti, specie quelli di illuminazione e termoregolazione, a seconda delle necessità.

Installare un impianto domotico contribuisce ad aumentarne la classe energetica della casa e il valore commerciale.

Per quanto riguarda i costi di installazione, non c’è un prezzo medio: la cifra varia in base alle misure dell’abitazione, alla complessità dell’operazione e all’impianto su cui si andrà ad operare. Ma ad ogni modo come già detto, si tratta anche di un investimento, al netto dell’incremento di valore che l’immobile acquisterà sul mercato

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.