Energia: Gautam Adani diventa il secondo uomo più ricco al mondo

Energia: Gautam Adani diventa il secondo uomo più ricco al mondo scalando la classifica in un solo anno

Il problema energetico è una bella grana da risolvere. Almeno per noi. Perchè se il costo dell’energia è un problema per alcuni, per altri è divenuta una grande opportunità di business. E’ il caso di Gautam Adani, che in un solo anno è divenuto il secondo uomo più ricco al mondo con una scalata incredibile, che lo ha visto guadagnare oltre 70 miliardi di dollari, superando personaggi come Arnault, scivolato adesso in terza posizione oppure Jeff Bezos, ora più lontano. Il patrimonio di Adani è stimato in circa 155,5 miliardi di dollari!

Chi è Gautam Adani?

Gautam Adani è un uomo d’affari indiano, presidente del gruppo Adani, operante in diversi settori di business, tra cui quello dell’energia. Nel suo impero economico, fondato inizialmente sulle operazioni e sullo sviluppo portuale indiano, abbiamo davvero tante business unit: logistica, energia, agricoltura, difesa e addirittura settore aerospaziale. Ma le principali fortune in quest’ultimo periodo sono da ritenersi collegate appunto al settore energetico. Nel 1996 Adani fonda infatti la Adani Power Limited. Ad oggi la sua società possiede centrali termiche in tutto il paese, che ne fanno il più grande produttore privato di energia termica in India. Successivamente al 1996, Adani è entrato nel business della produzione energetica, acquisendo dapprima la Abbot Point Port in Australia e Carmichael Coal nel Queensland, per poi vincere nel 2020 la più grande offerta al mondo sull’energia solare con la sua Solar Energy Corporation of India (SECI), del valore di circa 6 miliardi di dollari.

Il progetto della centrale fotovoltaica da 8000 MW sarà avviato dalla Adani Green, mentre la Adani Solar stabilirà 2000 MW di capacità produttiva aggiuntiva di celle e moduli solari.

L’energia rinnovabile è al centro della politica di sviluppo dell’azienda di servizi pubblici Adani New Industries, la quale ha annunciato in ultimo un investimento da 50 miliardi di dollari nello sviluppo di energia pulita nei prossimi 10 anni.

La sua fortuna ultima la si deve soprattutto al raddoppio del prezzo delle azioni della sua società. Ma se ciò servirà ad uno sviluppo ulteriore di energia pulita nei prossimi anni, ben venga l’operato di Adani, in un paese come l’India, che ha bisogno costante di energia per alimentare un paese da oltre 1 miliardo di abitanti.