Formazione

Formazione aziendale e sviluppo delle risorse umane

La formazione aziendale è senza dubbio una delle più importanti procedure di qualsivoglia organizzazione odierna: da sempre, infatti, convogliare i propri sforzi verso l’aggiornamento, il miglioramento e la diversificazione delle competenze del proprio personale è un aspetto cruciale per far sì che l’azienda in questione possa crescere, innovarsi, raggiungere gli obiettivi prefissati e diventare uno dei punti di riferimento nel settore nel quale opera.

Oltre a ciò, la formazione aziendale si configura come un eccellente alleato dei dipendenti stessi, i quali hanno la possibilità di formarsi e di crescere professionalmente, migliorando di fatto la motivazione e la soddisfazione.

Tuttavia, esattamente come ogni attività aziendale, anche la formazione aziendale richiede un’analisi accurata delle competenze che si dovrebbero acquisire e di quelle già presenti nel bagaglio professionale di ciascun dipendente.

Come lo si può fare e che differenza c’è tra la formazione aziendale e lo sviluppo delle risorse umane? Esaminiamo ciò ed altro in questo interessante articolo!

Il significato di formazione aziendale

Innanzitutto, è opportuno partire chiarendo ciò che si intende per formazione aziendale: si tratta di un’attività che permette ad un’organizzazione di migliorare le competenze di ciascun membro del proprio personale.

A questo scopo, vengono organizzati percorsi personalizzati per l’apprendimento di nuove skills volti all’aggiornamento professionale o alla riqualificazione di competenze ormai divenute obsolete.

Tuttavia, prima di gettarsi a capofitto in questa cruciale attività, è importante considerare quelle che sono le peculiarità di ogni dipendente, analizzando i suoi punti di forza e le sue debolezze o le skills che dovrebbe possedere in base alle sue mansioni o compiti in azienda; in questo modo, sarà più facile addestrarlo e si potrà contare su un ritorno dell’investimento fatto per la sua formazione.

La crescita e il miglioramento delle abilità del singolo dipendente sono direttamente proporzionali all’empowerment dell’azienda stessa: più qualificato e competente è il personale, maggiore sarà la produttività e la fama dell’organizzazione.

Inoltre, è altresì cruciale che la formazione divenga parte integrante della cultura aziendale e non venga vista solo come un’attività di routine, bensì come uno strumento in grado di fornire ai dipendenti la chiave per raggiungere il successo.

Nell’immaginario collettivo, la formazione aziendale viene molto spesso associata allo sviluppo delle risorse umane: quali sono le differenze principali?

Differenza tra formazione del personale e sviluppo delle risorse umane

Nonostante si tratti di due concetti spesso intercambiabili, esistono delle sostanziali differenze tra la formazione personale e lo sviluppo delle risorse umane.

In prima istanza, come detto, la formazione aziendale è un percorso che permette di ampliare le conoscenze dei dipendenti e aggiornare le loro competenze in modo che possano essere più produttivi.

Non solo, i processi di formazione hanno carattere estremamente pratico e concreto, mirano a raggiungere i risultati sperati nel breve termine e si pongono l’obiettivo di colmare delle lacune, rimediare ad eventuali carenze o soddisfare delle necessità imminenti.

In modo diametralmente opposto, lo sviluppo delle risorse umane si orienta principalmente sul lungo termine, ponendosi l’obiettivo di creare dei percorsi di crescita che valorizzino il personale aziendale non solo dal punto di vista professionale, ma anche da quello sociale e personale.

Pertanto, lo sviluppo delle risorse umane concentra la sua attenzione sui cambiamenti e sulle sfide che l’azienda si potrebbe trovare ad affrontare man mano che si addentra sempre più nel mercato concorrenziale, facendo sì che il personale possa adattarsi al meglio.

Ad ogni modo, nonostante esistano queste cruciali differenze tra i due concetti, è doveroso precisare che senza la formazione aziendale non sarebbe possibile sviluppare le risorse umane; viceversa, senza una visione sul lungo termine sarebbe estremamente difficile riuscire a sviluppare dei percorsi volti al training delle competenze fondamentali per mantenere l’azienda competitiva.

Perché è importante la formazione aziendale

Una volta chiarito il significato di formazione aziendale e le differenze che lo separano dal concetto di sviluppo delle risorse umane, è bene rispondere ad un importantissimo quesito: perché è importante?

In primo luogo, formare il proprio personale consente di adattarsi all’attuale situazione del mercato del lavoro e alla competizione sempre più crescente degli ultimi anni.

Responsabilizzare i dipendenti e permettere loro di adattarsi rapidamente e in modo efficace ai cambiamenti è ormai un vero e proprio mantra per moltissime aziende; è proprio in questo che interviene la formazione aziendale, dal momento che fornisce tutti gli strumenti adatti per aumentare il parco competenze di ogni dipendente.

Un’azienda preparata e flessibile è senza dubbio sinonimo di grande versatilità, caratteristiche che aumentano le sue possibilità di successo.

Un altro settore nel quale la formazione aziendale si dimostra un’arma vincente è l’innovazione tecnologica: nonostante la tecnologia, specie negli ultimi anni, stia facendo passi da gigante, molto spesso tende a dequalificare i dipendenti rendendo obsolete le loro skills.

Pertanto, è essenziale organizzare dei corsi di aggiornamento per consentire loro di rimanere sempre al passo con le nuove innovazioni, acquisendo al contempo delle abilità nuove.

Infine, la formazione aziendale consente alla maggior parte dei dipendenti di rinsaldare ancor di più i legami con la propria azienda: secondo i dati, le prospettive di crescita professionale vengono considerate fondamentali per 2 dipendenti su 3, mentre circa il 75% dei lavoratori afferma che sarà più facile rimanere con il proprio datore di lavoro se verranno offerte tali possibilità di crescere.

Scegliere i metodi più utili

Come detto finora, la formazione aziendale è fondamentale per la produttività di un’azienda; tuttavia, è altrettanto cruciale individuare le modalità più utili al fine di formare i dipendenti nella maniera più efficace.

Una tecnica molto efficace è quella dell’immersive learning, metodologia che crea dei contenuti e degli ambienti artificiali nei quali i dipendenti non sono più dei semplici spettatori passivi, ma divengono dei partecipanti attivi in grado di influenzare il percorso didattico e di interagire con l’ambiente che li circonda prendendo decisioni, simulando comportamenti e ripetendo il tutto quante volte lo desiderano.

Oltre all’immersive learning, altre tecniche molto efficaci sono le sessioni in aula, l’e-learning, i webinar e i corsi di formazione aziendale one-to-one con degli esperti qualificati.

Tutti questi metodi, tuttavia, devono essere corroborati con un buon programma di monitoraggio dei progressi, al fine di verificare che il dipendente stia effettivamente acquisendo nuove skills utili.

Insomma, la formazione aziendale è un’attività sempre più cruciale per le aziende odierne.
Avere un occhio di riguardo per i percorsi di formazione che consentono ai dipendenti di crescere professionalmente si tradurrà nel permettere all’azienda di crescere e di elevarsi al di sopra della concorrenza, obiettivo quanto mai desiderato!