Turismo

Esiste un turismo legato esclusivamente al gioco?

Esiste un turismo legato esclusivamente al gioco? Per rispondere in modo completo a questo interrogativo è necessario fare una premessa di fondo, andando cioè a specificare di quale tipo di gioco si tratta. Nonostante siano ormai presenti sul web una moltitudine di possibilità, le città considerate capitali del gioco ad oggi conservano la loro attrattiva e restano mete turistiche di spicco. Guardando al contesto europeo, è senza dubbio Monte Carlo e il suo casinò ad emergere sulle altre, divenendo anche set per molti celebri film. Pensando però al mondo del casinò, la mente non può non andare a Las Vegas, la città statunitense che per eccellenza si lega al mondo del gioco d’azzardo. L’intera economia cittadina si muove attorno a questa direttiva, con strutture alberghiere in grado di offrire casinò e sale giochi all’interno della loro hall. Fino a pochi decenni fa il mondo del gioco era legato a doppio filo ad un immaginario di stampo occidentale, negli ultimi anni però stanno emergendo nuove mete più esotiche ma altrettanto attrattive. Il riferimento va a Macao, situata a circa 60 km da Hong Kong, diventata in breve tempo meta di un turismo legato tanto al gioco d’azzardo quanto allo shopping di lusso. Molte grandi e celebri città, insomma, sono meta di turismo per la presenza di sale da gioco e altre attrazioni legate allo svago, al divertimento e all’intrattenimento puro. Queste località continuano ad essere ben frequentate nonostante le attività che offrono dal vivo siano presenti oggi anche in un casinò online e gli altri tipi di piattaforme di gioco in formato digitale. 

Esiste, tuttavia, un tipo di turismo legato al gioco anche non concepito in quel senso: il riferimento, ad esempio, sono i videogiochi più conosciuti. Un esempio su tutti può essere la saga di Assassin’s Creed, nello specifico quella che vede la dinastia degli Auditore come protagonisti. Il giocatore è chiamato ad indossare i panni di Ezio, nato e cresciuto a Monteriggioni e in seguito esploratore di differenti realtà italiane fino alla Turchia, nello specifico a Costantinopoli. La ricostruzione dell’ambientazione storico-geografica è perfetta e molto realistica, tanto da incentivare l’afflusso di un gran numero di turisti nella piccola località toscana che ospita la casa natale degli Auditore. Va però specificato che la villa in questione è frutto della fantasia dei creatori del videogioco, un aspetto che andrebbe approfondito prima di ricercare la villa in questione una volta giunti in Toscana. Al di là di questo aspetto, i titoli della saga ricostruiscono perfettamente città come Firenze, Roma e Venezia, offrendo un motivo in più per gli appassionati dei videogiochi di recarsi in questi luoghi, già carichi di per sé di storia. 

Soffermandosi su quest’ultima tipologia di turismo, è possibile dedurre come i luoghi dei videogiochi possano essere un elemento in grado di fornire un’attrattiva in più per visitare determinati territori. Appare invece più arduo che possano costituire l’unica ragione per intraprendere un viaggio. Lo stesso non si può dire per le mete legate all’intrattenimento puro: in questo caso appare più plausibile una visita esclusivamente per questa ragione anche perché interi settori si sviluppano lungo questo filone. A partire dalle strutture alberghiere ad esempio, che in molti casi si sviluppano in concomitanza dei luoghi in cui si trovano le sale da gioco (talvolta presenti all’interno dello stesso hotel). Sempre più spesso, infatti, queste capitali del gioco puntano a fornire esperienze immersive e totalizzanti per quanti scelgono di recarsi verso queste località. È, di fatto, l’unica strategia rimasta per tentare di rendere ancora attrattivo il proprio nome a fronte di una proliferazione di offerta online che pare in grado di permettere la stessa esperienza. Se verso la metà del Novecento il turismo di questo tipo era ancora marcatamente legato alla sfera occidentale, negli ultimi decenni anche l’Oriente si è aperto a questo ambito, scalando rapidamente la gerarchia e ponendosi ai primi posti tra le mete più note del settore.