Entertainment

Bluffare nel poker: come farlo bene su RTbet

Se giochi a poker su siti web affidabili, non significa che non devi prestare attenzione all’apprendimento di tecniche di poker puramente psicologiche come il bluff. Infatti, il bluff nel poker online tramite RTbet è necessario.

Spesso è più difficile farlo perché non conosci i tuoi avversari e li inganni solo con le tue tattiche. Ma se conquisti l’abilità di bluffare, puoi ottenere lo strumento più potente e interessante!

Scopriamo quando è opportuno bluffare e quando è meglio astenersi dal barare a poker. Scoprirai anche perché bluffare online è diverso da quello che puoi fare al tavolo dal vivo.

Bluffare: il suo scopo e i suoi tipi

Perché i giocatori di poker bluffano? Lo scopo principale di questa tattica è quello di ingannare i tuoi avversari, fargli credere che hai una mano particolare e aspettarsi che con queste premesse l’avversario agisca secondo uno scenario favorevole per te.

Il bluff si divide in due sottospecie: puro e misto. Quest’ultimo è chiamato anche semi-bluff. Questo è quello che userai più spesso nella tua pratica di gioco; si tratta di una sorta di piccolo trucco che suggerisce ai tuoi avversari cosa hai in mano e come dovrebbero comportarsi in seguito.

Nel caso di un bluff puro, il giocatore di poker rischia molto durante lo showdown, poiché ha una combinazione francamente debole e senza possibilità di vincere. Si ricorre a questo tipo di inganno solo quando c’è un’alta probabilità che tutti gli altri giocatori al tavolo abbiano azzerato le proprie carte.

Il semi-bluff è più sfaccettato. Spesso, i giocatori di RTbet bluffano sul preflop e sul flop, rendendosi conto che c’è un’alta probabilità che la loro mano si rafforzi sul turn o sul river. Se hai in mano una mano con tre puntate che non ha due connettori, puoi giocare come faresti con una mano forte, aspettandoti di ottenere una scala nella street successiva della mano. Inoltre, il semi-bluff si differenzia in base alla posizione di gioco e alla situazione in cui viene utilizzato.

Ecco diversi tipi di semi-bluff:

  • Invertire. Il tuo compito è far capire al tuo avversario che stai bluffando. Quando giochi con una mano forte, devi convincere il tuo avversario che hai una combinazione debole e un forte desiderio di bluffare. Lo fai per ottenere un piatto più grande in una mano che probabilmente vincerai.
  • Trappola del bluff. È il caso in cui fai il contrario e mostri la tua debolezza ai tuoi avversari avendo una mano forte. Ad esempio, hai un set, una scala o un rack sul flop, ma chiami o fai dei piccoli rilanci, lasciando i tuoi avversari in gioco e cercando di far fuori tutto il loro stack in un batter d’occhio. Gli avversari penseranno che tu stia solo aspettando delle outs al turn o al river e che non voglia perdere i soldi che hai pagato per vedere il flop. Spesso i giocatori di poker agiscono in modo aggressivo e cadono nella trappola, permettendoti di vincere il piatto più grande della mano.

Quando è meglio bluffare e quando è meglio giocare onestamente

Su RTbet, il bluff funziona solo con moderazione e se sai come e quando usarlo. Sapendo che bluffi spesso, i giocatori abituali non presteranno attenzione ai tuoi trucchi e tu perderai. Anche evitare di bluffare non è un’opzione.

Naturalmente, con l’esperienza nel poker, imparerai a percepire lo stato d’animo e lo stile dei tuoi avversari per determinare quando è il caso di bluffare e quando è meglio astenersi. Quindi, bluffa solo contro avversari di cui conosci bene lo stile di gioco.

Ecco quando il bluff alla RTbet è giustificato:

  • Se hai una buona posizione al tavolo. Sedendo in una posizione avanzata in una mano, puoi prendere decisioni basate sulle azioni dei tuoi avversari. In questo modo, stabilisci l’atmosfera del gioco e detta le tue regole.
  • Se i tuoi avversari hanno uno stack corto. Di norma, questi giocatori di poker non rispondono attivamente ai tuoi rilanci sul flop perché temono di perdere le loro fiches. Se la maggior parte dei tuoi avversari non ha molte fiches, puoi giocare in modo più aggressivo.
  • Gioco uno contro uno. Funziona se conosci bene lo stile di gioco del tuo avversario e sei sicuro che non accetterà la sfida e probabilmente si ritirerà, lasciandoti prendere il piatto.
  • Avversari insicuri e tesi. Contro questi avversari è meglio fare rilanci aggressivi e puntate decise. I giocatori tesi chiameranno solo con una gamma ristretta di mani, mentre i giocatori di poker incerti si limiteranno a calare le carte e non pagheranno per gli showdown.