Aumentare la produttività aziendale: consigli su come motivare il tuo team

Aumentare la produttività aziendale: consigli su come motivare il tuo staff nel post di StartUp Mag

Bentrovati su StartUp Mag, il sito dedicato al mondo dell’azienda e dell’innovazione, con focus particolare sulle startup. Per il post di oggi vogliamo parlarvi di produttività aziendale e su come aumentarla: vi daremo infatti degli utili consigli su come motivare il tuo team e renderlo più produttivo. Questo gioverà di sicuro alla tua impresa, aumentando le possibilità di raggiungere o anche migliorare i risultati stimati.

Il post si basa su un interessante articolo a cura di Entrepreneur, il sito dedicato al mondo dell’azienda.

Benvenuti su StartUp Mag!

Aumentare la produttività aziendale partendo dal leader: i consigli degli esperti

Per aumentare la produttività aziendale, indipendentemente dalla grandezza dell’azienda, si ha bisogno di un leader. Non è assolutamente facile trovarlo, ma avere un leader nel team (che potrebbe essere l’imprenditore stesso) garantisce un maggior livello di disciplina nel gruppo, trovando un equilibrio in caso di conflitti e decisioni importanti da prendere.

È possibile sostituire i dipendenti, ma non è mai possibile replicare con precisione il set di competenze specifico di un leader. E a partire da questo che poi si lavora per aumentare la produttività del team di lavoro.

Una volta individuato il membro alfa è possibile introdurre una serie di consigli cardine per aumentare la produttività dell’intero gruppo di lavoro.

Vediamo nelle righe seguono tre principali consigli su come aumentare la produttività all’interno del gruppo di lavoro, grazie alle azioni del leader.

Tracciare un percorso professionale valido

Al di là dello stipendio, dell’orario di lavoro e dei giorni di ferie prestabiliti, il team ha bisogno di sapere che sta crescendo professionalmente, che sta lavorando migliorandosi nel tempo. In effetti, secondo la ricerca del Work Institute, lo sviluppo della carriera è la principale causa di turnover del personale negli Stati Uniti.

In questo il leader deve mostrare ai dipendenti che all’azienda interessa il loro sviluppo, facendo conversazioni sui loro obiettivi di carriera e non solo durante le revisioni annuali.

Uno studio di Quantum Workplace ha scoperto che quando i dipendenti hanno questo tipo di discussioni più di una volta all’anno, c’è un marcato aumento dei livelli di coinvolgimento da parte loro. Se sei tu il leader, stimola nelle discussioni la loro curiosità e voglia di migliorarsi, magari condividendo con loro i tuoi obiettivi e la tua vision, dando consigli su cosa fare per raggiungere i propri obiettivi professionali.

Cogliere le opportunità di apprendimento

Se sei tu il leader, incoraggia i dipendenti a imparare dalle proprie esperienze di lavoro, sia nel bene che nel male. Cerca di sviluppare, da buon leader, la loro capacità critica sulle performance e sulle loro azioni.

Ricorda ai tuoi dipendenti (qualora da leader sei anche il capo) di riflettere su cosa è andato bene, cosa non è andato così bene e su come possono migliorare in futuro. Identificare e rispondere a queste esperienze di apprendimento è incredibilmente potente, perchè aiuta a creare una cultura dell’apprendimento all’interno della tua squadra.

Promuovi l’amicizia all’interno del team

Fare squadra significa anche cameratismo e rapporti sociali. E’ importante cimentare i rapporti personali e interpersonali all’interno dell’organizzazione con l’aiuto del leader, così da stimolare un aumento anche della produttività all’interno del gruppo.

Per aiutare a coltivare le relazioni, se sei tu il responsabile dell’azienda, concedi tempo e spazio affinché il tuo team possa interagire mentre svolge i compiti ad esso assegnati. Ad esempio concedi più minuti e momenti di pausa-caffè. Ancora un’idea potrebbe essere quella di organizzare incontri informali fuori dal lavoro, organizzare tornei sportivi o giochi ai quali far partecipare il tuo team, magari formando delle vere e proprie squadre. Supportare queste tattiche incoraggia i team a lavorare in modo interfunzionale.

Conclusioni

Essere un leader di successo richiede un delicato mix di attributi. Questo deve essere in grado di stabilire aspettative elevate, motivare i dipendenti, fornire supporto e anche correggere la rotta, quando necessario.

Concentrandoti sugli obiettivi, sullo sviluppo e sulle relazioni dei dipendenti, imposterai il team e l’azienda per il successo.

Il post dedicato ai consigli su come aumentare la produttività aziendale lavorando sui membri del team, termina qui. Alla prossima con i post dedicati al mondo dell’azienda, sempre a cura di StartUp Mag!

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.