Assistenza alle famiglie: la startup Cleo ottiene 10,5 milioni di dollari

La Startup Cleo ottiene 10,5 milioni di dollari per la sua app

Le startup americane sono quelle che solitamente ottengono, se valide, cospicui finanziamenti per sviluppare la loro attività. E questo è anche il caso della startup americana Cleo, che si occupa di supporto ai genitori lavoratori. Infatti nelle famiglie odierne entrambi i genitori sono spesso fuori per lavoro. Secondo il Pew Research Center, nella metà delle famiglie americane entrambi i genitori lavorano e in 4 casi su 10 le donne sono il capofamiglia. Tuttavia, i benefici sanitari dei dipendenti mancano di una grande varietà di risorse per aiutare loro nella pianificazione familiare sottesa alla nascita di un bambino.

Ed ecco nata Cleo, che ha ottenuto secondo la rivista Forbes un nuovo round di finanziamenti pari a 10,5 milioni di dollari per far crescere la sua piattaforma che si rivolge ai genitori impegnati nel mondo del lavoro.

I cofounders di Cleo, Shannon Spanhake e Chitra Akileswaran presentarono la loro startup al TechCrunch Disrupt del 2016.

In un’intervista hanno dichiarato i motivi della nascita della loro startup:

“Abbiamo notato che le famiglie oggi sono molto diverse. C’è un rifiuto del modello del capofamiglia maschile e non ci sono più mamme casalinghe “, ha detto Spanhake.

startup cleoIn cosa consiste Cleo?

Cleo agisce come un’estensione dell’assistenza prenatale e postpartum offerta dai datori di lavoro ai nuovi genitori. Attraverso l’app, i dipendenti possono connettersi virtualmente con i consulenti sanitari e finanziari di Cleo o programmare visite di persona o domicilio per l’orientamento alla gravidanza, in un periodo di tempo che va dalla gestazione al primo compleanno del bambino e anche oltre. La rete di esperti Cleo comprende diversi specialisti per aiutare i neo-genitori ad andare avanti in ciò che spesso non è coperto dagli operatori sanitari tradizionali.

Il primo round di investimenti, condotto dalla società VC, Greylock Partners, finanzierà lo sviluppo dell’app e contribuirà ad espandere la rete di esperti di Cleo.

“Penso che i datori di lavoro considerino questa una soluzione olistica per aiutare i propri dipendenti”, ha dichiarato Sarah Guo, partner generale di Greylock. Guo è rimasta incinta quando ha guidato il round di investimenti e dice che offrire supporto ai dipendenti a casa finirà per aiutarli ad avere successo sul lavoro.

Nel 2017, la startup ha raccolto un seed round di $2,25 milioni, guidato da Felicis Ventures e Forerunner Ventures. La pre-valutazione di Cleo è stata di $ 6,75 milioni dopo il suo giro di seed, secondo Pitchbook.

Le prime aziende con sede a Silicon Valley ad utilizzare Cleo sono state Pinterest, Slack, Reddit e Box, che offrono i servizi di Cleo ai propri dipendenti.

Culturalmente, Cleo ha contribuito a creare una comunità aperta al dialogo e che aiuta a superare i momenti di vulnerabilità che derivano da questa fase della vita”, ha detto a Forbes Christy Lake, chief person officer di Box. Box ha iniziato a offrire Cleo ai propri dipendenti nel marzo di quest’anno e ha già visto 61 iscritti in tutto il mondo con i papà che rappresentano il 40% delle iscrizioni.

Insieme ai consigli per la cura dei neonati, Cleo offre agli utenti l’accesso a consulenti del lavoro e della carriera, consulenti per le coppie e professionisti del benessere personale, utili ad aiutare i genitori a mantenere la propria salute e quella del bambino. Cleo assiste anche i dipendenti dei suoi clienti nell’esplorazione delle opzioni per l’adozione e la maternità surrogata, nonché nella pianificazione finanziaria utile a non trovarsi economicamente in difficoltà con il mantenimento del bebè. La mission di Cleo è orientata ad aiutare le aziende a mantenere e ad accogliere una forza lavoro diversificata che include genitori che lavorano.

Nikki Sloan ha usato Cleo per prepararsi al ritorno a casa di sua figlia, Elle. “L’ultima cosa che vuoi fare dopo aver lavorato 60 ore a settimana è andare a casa e navigare su Google per trovare info su ‘come installare il mio seggiolino auto?'”, ha detto a Forbes. Cleo ti presenta persone che possono fare ispezioni dei seggiolini o trovare un fornitore di assistenza all’infanzia. Sloan ha detto che Cleo ha aiutato sia lei che suo marito a pianificare un piano di co-genitorialità prima dell’arrivo del bambino.” Un genitore che lavora necessita di trovare un ritmo e un equilibrio tra lavoro ed essere genitori e Cleo è strumentale nell’aiutarti a trovare quel ritmo”, dice Sloan.

La startup Cleo sembra essere destinata ad aiutare i genitori di tutto il mondo a conciliare la necessità di lavorare per mantenere se stesso e la propria famiglia e la felicità del crescere i propri figli in maniera coscienziosa e con un minore stress. Davvero un’ottima idea di business!

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.